mercoledì, 24 luglio 2024
Medinews
26 Febbraio 2013

PARLAMENTO EUROPEO: OK A NUOVE REGOLE SU FARMACI GENERICI

Il Parlamento europeo di Strasburgo ha dato il via libera a misure per migliorare l’accesso dei pazienti ai trattamenti medici meno costosi e impedire che ne sia rallentata l’immissione sul mercato. “La nuova legge – si legge in una nota -, impone più trasparenza e scadenze precise nella decisione dei prezzi e nel rimborso delle medicine. I deputati hanno proposto una scadenza massima di 60 giorni per decidere il prezziario e i rimborsi per i medicinali equivalenti – aggiunge la nota -, meno cari e perciò da immettere sul mercato più velocemente, in modo da produrre un risparmio notevole per pazienti e sanità pubblica. Le decisioni sui nuovi medicinali dovranno invece essere prese entro 180 giorni, come già previsto dalla legislazione vigente”. “Non sono accettabili i ritardi, che possono raggiungere e superare i 700 giorni, nella scelta dei prezzi e nel rimborso dei medicinali – ha dichiarato la relatrice del provvedimento Antonyia Parvanova -. Sono convinta che sia i pazienti che il sistema sanitario nazionale potranno trarre vantaggio dalle azioni corrette del nostro mercato farmaceutico. Il Parlamento europeo ha dimostrato la volontà di giocare un ruolo attivo nella realizzazione di questa legislazione”. Compito della deputata Parvanova sarà adesso negoziare il necessario accordo con i ministri europei per far sì che la legislazione entri effettivamente in vigore.
TORNA INDIETRO