venerdì, 24 settembre 2021
Medinews
23 Febbraio 2009

PARERE POSITIVO DELL’EUROPA PER CATUMAXOMAB

La Commissione per la valutazione dei medicinali per uso umano dell’EMEA (CHMP) ha espresso parere favorevole per catumaxomab, raccomandandone l’approvazione per il trattamento intraperitoneale dell’ascite neoplastica in pazienti con carcinomi EpCAM positivi. Nei prossimi mesi è attesa l’approvazione definitiva da parte dell’EMEA, che permetterà la commercializzazione della molecola in tutti gli Stati membri dell’Unione europea. Catumaxomab, frutto della ricerca Fresenius Biotech, è il primo della nuova generazione di anticorpi monoclonali trifunzionali ed è in grado di legarsi simultaneamente al linfocita T, al recettore EpCAM della cellula tumorale ed al recettore Fc delle cellule immunitarie accessorie. Il risultato è l’attivazione di una potente risposta immunitaria contro le cellule tumorali. L’opinione del CHMP si è basata sui risultati di un largo studio internazionale, che ha raggiunto l’obiettivo primario, dimostrando un significativo miglioramento della sopravvivenza libera da paracentesi, che nei pazienti trattati con catumaxomab è stata di 4 volte superiore rispetto al gruppo di controllo.
TORNA INDIETRO