domenica, 19 settembre 2021
Medinews
3 Agosto 2009

PALERMO, L’HEALTH DAY DI UNICREDIT SULLA PREVENZIONE

Si e’ svolta a Palermo, e in contemporanea a Istanbul, la quinta edizione dell’Health Day, il ciclo di eventi organizzato da UniCredit interamente dedicato alla diffusione e promozione della cultura della prevenzione. Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di UniCredit, ha evidenziato come ”l’Health Day contribuisce a creare consapevolezza su un tema di cruciale interesse per l’intera società quale e’ quello della salute, intesa come condizione di benessere e non solo come assenza di malattia. Il tema della salute oggi si qualifica sempre più come il ‘prendersi cura’ di sé e della collettività nella quale si agisce e non solo come cura di specifici stati di disagio. L’evento di oggi costituisce un’occasione di incontro e confronto con i nostri stakeholder: i nostri dipendenti, il territorio rappresentato dalle varie comunità e istituzioni locali qui presenti, i clienti, gli stessi investitori. Il tema della salute è un’area di impegno concreto per UniCredit che promuove, oltre all’Health Day, molteplici iniziative per i dipendenti e le comunità locali dove opera”. Nel corso della giornata e’ stato presentato il progetto ”Arte donata”, che ha l’obiettivo di raccogliere i fondi, attraverso una molteplicità di iniziative, per l’allestimento di un bunker di radioterapia per il Dipartimento di oncologia dell’Ospedale M. Paterno’ Arezzo di Ragusa, diretto da Carmelo Iacono, presidente eletto AIOM. Il prof. Iacono ha dichiarato che ”l’allestimento di un nuovo bunker di radioterapia consentirà di poter utilizzare due acceleratori lineari di ultima generazione già acquisiti dal dipartimento dell’ospedale di Ragusa. Ciò permetterà di poter fornire una più efficace assistenza ai malati oncologici”. Il Prof. Iacono ha anche ricordato alcuni dati sull’operatività del dipartimento di oncologia che dirige: 9.000 prestazioni annue in day hospital, 1.100 ricoveri e una media di 1.300 pazienti seguiti dal reparto. Il Dipartimento di oncologia dell’Ospedale M. Paterno’ Arezzo di Ragusa è stato arredato con 176 opere d’arte ricevute in dono dall’Istituto Statale d’Arte S. Fiume di Comiso e da altri artisti siciliani che le hanno dedicate ai malati oncologici. Le immagini delle opere sono state raccolte in un catalogo. L’amministratore delegato del Banco di Sicilia, Roberto Bertola, ha sottolineato che ”Il Banco di Sicilia e il Gruppo UniCredit intendono farsi parte attiva nella attività di raccolta fondi attraverso molteplici iniziative che prenderanno il via nei prossimi mesi: una raccolta di fondi tra i lavoratori del Banco di Sicilia, legata simbolicamente al valore dei buoni pasto erogati con cadenza mensile; l’organizzazione di alcune visite nel dipartimento dell’ospedale di Ragusa sorteggiate tra i donatori; una raccolta di fondi tra la clientela attraverso i canali evoluti della banca quali le postazioni Bancomat e l’home banking via Internet; l’organizzazione di cene con aste benefiche; l’organizzazione di eventi pubblici a scopo benefico in cui coinvolgere noti personaggi siciliani dello spettacolo e della cultura; la consegna del catalogo con le opere d’arte ai donatori; la vendita ‘virtuale’ delle opere d’arte che consentirà agli acquirenti di lasciarle esposte nel dipartimento ospedaliero dove verrà esposta una targa che ne attesterà la proprietà”. Nel corso della giornata si e’ svolta anche una tavola rotonda alla quale hanno partecipato docenti universitari, specialisti, ricercatori ed esponenti di importanti associazioni nazionali ed internazionali sull’individuazione di un percorso di consapevolezza dei comportamenti e degli stili di vita più sani ed utili per la prevenzione dei tumori.
TORNA INDIETRO