giovedì, 21 ottobre 2021
Medinews
14 Ottobre 2014

PALBOCICLIB: ‘REVIEW’ BASATA SULL’EVIDENZA DEL SUO POTENZIALE NEL TRATTAMENTO DEL TUMORE MAMMARIO

La proliferazione, la crescita e la divisione cellulare che si manifestano dopo un danno del DNA (acido deossiribonucleico) sono strettamente controllate da meccanismi di regolazione del ciclo cellulare. Questi meccanismi coinvolgono chinasi ciclina-dipendenti (CDK) che formano un complesso con i partner della ciclina, permettendo al ciclo cellulare di proseguire. Il processo di regolazione del ciclo cellulare gioca un ruolo critico nell’oncogenesi e nello sviluppo di resistenza alle terapie; è frequentemente alterato nel tumore mammario, fornendo in questo modo un bersaglio razionale per lo sviluppo di nuove terapie. Palbociclib è un inibitore, potente e selettivo, di CDK4 e CDK6 che ha mostrato significativa attività in modelli di tumore mammario e un prolungamento significativo della sopravvivenza libera da progressione quando somministrato in combinazione a letrozolo nel trattamento del tumore mammario metastatico recettore per gli estrogeni positivo. In questo articolo pubblicato sulla rivista Breast Cancer: Targets and Therapy (leggi testo), i ricercatori del Memorial Sloan Kettering Cancer Center e Weill Medical College della Cornell University di New York hanno condotto una revisione con analisi valutativa dei processi di regolazione del ciclo cellulare, loro ruolo nel tumore mammario e razionale dell’inibizione di CDK in questa malattia, e hanno descritto i dati pre-clinici e clinici relativi all’attività di palbociclib nel tumore mammario e i piani di sviluppo futuro di questo nuovo agente.
TORNA INDIETRO