mercoledì, 14 aprile 2021
Medinews
24 Settembre 2012

PALAGIANO: PER IL CONTENIMENTO DELLA SPESA INEFFICACE IL TAGLIO DI POSTI LETTO

“Il taglio dei posti letto ospedalieri come politica per il contenimento della spesa è inefficace e rischioso. E’ una strategia inefficace perché, nonostante in Italia se ne siano tagliati il 15% negli ultimi dieci anni, complessivamente riducendoli di 45.000 unita, la spesa sanitaria nel nostro Paese è aumentata, nello stesso lasso di tempo, del 60%”. E’ quanto ha sostenuto il Presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sugli errori e i disavanzi sanitari Antonio Palagiano. “I dati lo confermano: la Sicilia e la Campania, che rispettivamente hanno disponibilità di 3,9 e 3,4 posti letto per mille abitanti, sono tra le regioni con maggior disavanzo in campo sanitario, – ha sottolineato Palagiano – mentre l’Emilia Romagna di posti letto ne conta 4,6 ed è tra le regioni più virtuose”. “Se poi guardiamo al di fuori dell’Italia, la media europea di posti letto è del 5,5 per mille. La via del risparmio non è dunque questa. Potrebbe funzionare solo se se decidesse realmente di equilibrare il taglio dei posti letto negli ospedali con un investimento sui presidi territoriali. Questo in teoria – ha concluso il Presidente – è quanto prevede il decreto Balduzzi, che assegna ai presidi h24 il compito di costituire un filtro adeguato a gestire i codici bianchi e verdi. Ma se su questo il Ministero non stanzia un soldo e le Regioni sono lasciate a decidere da sole come e quanto investire, il risultato sarà una sanità ancora più diseguale da zona a zona”.
TORNA INDIETRO