sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
29 Marzo 2010

P.A.: ENTRO 4 MESI I CERTIFICATI DI MALATTIA SOLO VIA INTERNET

Entro quattro mesi i certificati di assenza per malattia dei lavoratori pubblici dovranno essere inviati all’amministrazione di competenza solo per via telematica. E’ quanto prevede la circolare 1/2010 del dipartimento per la digitalizzazione e la innovazione. In caso di inosservanza di questo obbligo, previsto dalla muova formulazione dell’articolo 55 del decreto 165/2001 (modificato dalla riforma Brunetta), si profilerà un illecito disciplinare che in caso di reiterazione porterà fino al licenziamento. Mentre per il medico inadempiente la pena e’ la decadenza della convezione con il servizio sanitario nazionale. La certificazione medica, si legge nella circolare, deve essere rilasciata da una struttura sanitaria pubblica o da un medico convenzionato nei casi di malattia protratta per un periodo superiore a dieci giorni e ”in ogni caso dopo il secondo evento di malattia nell’anno solare”. In tutti i casi la certificazione e’ inviata direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria all’Inps che con le stesse modalità la invia all’amministrazione di appartenenza del dipendente pubblico ammalato. Nei giorni scorsi il ministero della Salute di concerto con i ministeri del Lavoro e dell’Economia ha definito le modalità tecniche per la predisposizione e l’invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al Sac (Sistema di accoglienza centrale).
TORNA INDIETRO