lunedì, 26 luglio 2021
Medinews
4 Luglio 2017

Ovarian preservation improves overall survival in young patients with early-stage endometrial cancer

We searched Medline, Embase, Cochrane library, the Chinese Biomedicine Literature Database, the Chinese Scientific Journal Full-text Database, the Chinese Journal Full-text Database, and the Wanfang Database to collect observational studies on the effects of ovary-saving surgery in comparison to bilateral salpingo-oophorectomy (BSO) in young patients with early-stage endometrial cancer (EC). The literature search included studies up to March 2017, and … (leggi tutto)

La metanalisi riporta che la preservazione degli annessi al momento della isterectomia per un carcinoma dell’endometrio confinato all’utero in donne in pre-menopausa non si associa ad un aumentato rischio di recidiva ma al contrario ad un aumento della sopravvivenza. Pertanto deve essere ritenuta un procedura sicura nel carcinoma dell’endometrio iniziale a basso rischio. Questa informazione è particolarmente importante alla luce della possibilità di poter offrire a queste donne anche trattamenti conservativi in vista di un mantenimento della fertilità. E peraltro trova conferma nell’aumentato rischio di morte che si associa ad una precoce deprivazione della funzionalità ovarica nelle pazienti in menopausa iatrogena o chirurgica precoce.
TORNA INDIETRO