Medinews
11 Novembre 2014

OMS: ENTRO IL 2050 IL 20% DELLA POPOLAZIONE MONDIALE SARÀ OVER 60

La grande sfida che i sistemi sanitari dovranno affrontare nell’immediato futuro è l’invecchiamento della popolazione, in particolare nei paesi più poveri. E’ quanto sostiene l’OMS in una serie di studi pubblicati nella rivista scientifica The Lancet. A metà del secolo corrente la popolazione over 60 sarà oltre il 20% del totale. Nel 2020, per la prima volta nella storia, il numero delle persone con età superiore ai 60 anni nel mondo supererà quello dei bambini con meno di 5 anni. Nel 2050 gli over 60 supereranno i 2 miliardi di persone (1 su 5) contro gli 841 milioni di oggi. La longevità aumentata non sempre corrisponde a una condizione di una migliore salute. Quasi un quarto (23%) del carico complessivo dovuto alla malattia e alla mortalità riguarda le persone con più di 60 anni. Le principali cause di patologia e decesso sono: malattie cardiovascolari (30,3% del carico globale di tutte le malattie in età superiore ai 60 anni), cancro (15,1%), patologie respiratorie croniche (9,5%), disordini muscolo-scheletrici (7,5%) e malattie neurologiche e mentali (6,6%). “Saranno necessari profondi e radicali cambiamenti dell’assistenza socio-sanitaria – ha dichiatato il John Beard, Direttore del Department of Ageing and Life Course all’OMS e co-leader della serie di pubblicazioni su The Lancet -. Ma dobbiamo prestare attenzione che questi cambiamenti non rinforzino le diseguaglianze che sono alla base della maggior parte delle limitazioni funzionali e delle condizioni povere di salute riscontrate nell’età avanzata”.
TORNA INDIETRO