sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
2 Novembre 2009

OK REGIONI A NUOVA ECM POSSIBILE ENTRO META’ NOVEMBRE

Potrebbe arrivare entro la metà di novembre l’accordo in Conferenza Stato-Regioni sul nuovo sistema di Ecm per i medici e tutti gli operatori sanitari, presentato a settembre dalla Commissione nazionale per la formazione, durante la prima Conferenza nazionale sul tema, a Cernobbio. L’accordo delle Regioni, che avevano già ricevuto il testo alla fine di luglio e che chiude l’iter per l’avvio del nuovo sistema, è stato ritardato dalle difficoltà di dialogo degli ultimi mesi tra Governo e Regioni. Ora però, riavviato il confronto, a quanto si apprende è probabile una rapida definizione della questione Ecm. Tutto, infatti, è pronto a partire con la nuova formula che prevede, in particolare, il passaggio all’accreditamento dei provider e la formazione a distanza. Al documento già presentato dalla Commissione Ecm, infatti, mancano per avviare la macchina solo due elementi: le linee guida per la registrazione nel sistema da parte dei provider e il testo sui crediti formativi che devono essere assegnati ai provider per i propri prodotti. La Commissione nazionale ha già pronti i due documenti che saranno inseriti come allegati all’accordo con le Regioni. Ciò consentirà l’avvio rapido del nuovo corso per la formazione continua in sanità. A questo punto potrà essere perfezionato e avviato dalla Commissione Ecm anche il ‘Bando di sperimentazione’ che si propone di far emergere le offerte formative più innovative, finanziato con 2 milioni e 200 mila euro, per il quale devono essere stabilite alcune indicazioni tecniche.
TORNA INDIETRO