sabato, 25 giugno 2022
Medinews
10 Gennaio 2012

‘NT-PROBNP’ È IL MARKER PIÙ AFFIDABILE DI SCOMPENSO CARDIACO

Tra i tre marcatori cardiaci ‘Nt-proBnp’ (frammento terminale del peptide natriuretico di tipo pro-B), ‘peptide natriuretico atriale’ (Anp) e ‘frammento N-terminale del peptide natriuretico pro-atriale’ (Nt-proAnp), il primo risulta il maggiormente affidabile per predire decessi e insufficienza cardiaca nella popolazione generale senza scompenso manifesto. Il dato proviene da uno studio durato 9 anni diretto dall’équipe di Paul M. McKie della divisione di Malattie cardiovascolari della Mayo Clinic di Rochester (Usa). I ricercatori hanno inizialmente individuato un gruppo di 1.769 individui senza segni attuali o pregressi di scompenso cardiaco o di insufficienza renale. I partecipanti, sottoposti a ecocardiografia e a misurazione della concentrazione plasmatica di Anp, Nt-proAnp e Nt-proBnp, sono stati poi seguiti considerando gli eventi decesso, scompenso cardiaco, infarto miocardico e ictus. Dopo correzione dei dati per i fattori di rischio convenzionali, Nt-proAnp ha dimostrato di possedere un significativo valore predittivo per il decesso ma non per lo scompenso cardiaco, l’infarto miocardico o l’evento cerebrovascolare. La capacità predittiva di Nt-proAnp per la mortalità si è peraltro attenuata in seguito all’apporto di correzioni per anomalie strutturali e funzionali cardiache. Anp non ha invece evidenziato alcuna valenza predittiva. Al contrario, Nt-proBnp si è dimostrato efficace nel predire il rischio di decesso, d’insufficienza cardiaca e d’infarto miocardico dopo correzione dei dati per fattori di rischio convenzionali, mantenendo significatività per morte e scompenso cardiaco anche dopo aggiustamento per anomalie strutturali e funzionali del cuore.

Doctornews – Mayo Clinic Proceeding
TORNA INDIETRO