venerdì, 23 luglio 2021
Medinews
8 Febbraio 2011

NOVITÀ NEL TRATTAMENTO DELL’IPERTENSIONE E DELLA CORONAROPATIA

Dal 24 gennaio 2011 è disponibile anche nel nostro Paese la prima associazione fissa di molecole antipertensive che riunisce un farmaco Ace-inibitore e un calcio-antagonista. Si tratta della formulazione precostituita a base di perindopril arginina (l’Ace-inibitore) e amlodipina (inibitore del canale del calcio), indicata per il trattamento dell’ipertensione e della coronaropatia. Finora era prescrivibile in altri Paesi europei ma non in Italia. La nuova combinazione è ottenibile in quattro differenti dosaggi. La disponibilità di questa nuova classe di associazioni fisse risponde alle indicazioni delle Linee Guida delle più rappresentative società scientifiche europee del settore, la European Society of Hypertension (ESH) e la European Society of Cardiology (ESC), che sempre più raccomandano la terapia di combinazione al fine di raggiungere i migliori target pressori, ed in particolar modo di prediligere le associazioni fisse in modo da aumentare l’adesione dei pazienti al trattamento. La nuova opzione di cura è stata sviluppata in seguito all’efficacia che l’associazione ha dimostrato nello studio ASCOT, una grande ricerca che mirava a valutare morbilità e mortalità dei pazienti ipertesi trattati con perindopril-amlodipina: il gruppo in cura con tale combinazione ha beneficiato di una riduzione della mortalità totale dell’11% (p=0.0247) rispetto al gruppo di pazienti trattato con l’associazione tra farmaco beta-bloccante e un diuretico tiazidico. Infine è da notare che la disponibilità dei quattro dosaggi permette al medico di poter gestire la nuova terapia di combinazione in funzione del grado di ipertensione o dell’entità della malattia coronarica del paziente.

Lancet – Gazzetta Ufficiale
TORNA INDIETRO