sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
16 Novembre 2009

NEFROPATIE, IL CARBONE ATTIVO RIDUCE LESIONI ATEROSCLEROTICHE

In uno studio presentato all’American Society of Nephrology tenutosi a San Diego, California, è stato dimostrato che il carbone attivo determina una riduzione delle lesioni aterosclerotiche nei topi affetti da disturbi renali. E’ quanto hanno sperimentato i ricercatori della Vanderbilt University di Nashville, in Tennessee (Usa). La ricerca, condotta su un gruppo di topi affetti da patologie renali ai quali è stato somministrato l’Ast-120 – una forma di carbone attivo che si assume per via orale -, ha dimostrato che il minerale determina una riduzione drastica delle cardiopatie correlate alle patologie renali.

Asca
TORNA INDIETRO