venerdì, 4 dicembre 2020
Medinews
16 Gennaio 2012

MIUR: È NECESSARIO AUMENTARE LA COMPETITIVITÀ DEI RICERCATORI PER ACCEDERE AI FONDI UE

“Nella ricerca l’Italia deve rafforzare la propria competitività per garantirsi un migliore accesso ai fondi europei”. E’ quanto ha affermato, durante un’audizione alla Camera, il Ministro dell’Università e Ricerca, Francesco Profumo. “Il nostro Paese soffre di una ridotta capacità di accesso e sfruttamento dei fondi messi a disposizione dall’Ue per la ricerca. Sul VII Programma Quadro, – ha sottolineato Profumo – a fronte di un contributo totale dell’Italia al finanziamento del programma pari circa al 14%, lo sfruttamento degli stessi è stato solo pari all’8% circa”. “L’obiettivo perseguito – ha continuato il Ministro – è quello di aumentare la competitività dei ricercatori e delle imprese italiane nell’accesso alle varie tipologie di finanziamento messe a disposizione dalla Commissione europea, nonché di favorire l’integrazione tra tali fondi e capitali privati”. Questa strategia, ha spiegato il titolare di viale Trastevere, “muove dal rafforzamento delle capacità tecnologiche delle imprese, delle università e degli enti di ricerca su alcuni temi specifici; si sviluppa attraverso la realizzazione delle condizioni di crescita per le giovani imprese innovative, si completa con la capitalizzazione del valore sul territorio e con la creazione di infrastrutture intangibili e si chiude attraverso il sostegno alla domanda di prodotti e servizi innovativi e la creazione di nuovi mercati per l’innovazione, anche attraverso la committenza pubblica pre-commerciale”.
TORNA INDIETRO