giovedì, 21 ottobre 2021
Medinews
29 Luglio 2014

MINISTERO SALUTE: IN UN ANNO OLTRE 8.000 LAVORATORI IN MENO NEL SSN

Cala il numero di lavoratori del sistema sanitario nazionale. E’ quanto emerge da una indagine elaborata dal Ministero della Salute. Dalla sommatoria e dall’integrazione dei dati disponibili dalle varie fonti nel 2011 il SSN contava 715.992 dipendenti rispetto ai 724.245 dell’anno precedente. Si tratta dunque di una diminuzione di 8.253 unità. Nel 2011c’erano 243.855 medici, 332.857 unità di personale infermieristico, 49.555 lavoratori con funzioni riabilitative, 45.285 unità di personale tecnico sanitario e 10.894 lavoratori con funzioni di vigilanza ed ispezione. L’età media del personale è pari a 47,3 anni, con valori inferiori al quelli per il personale infermieristico (44,5 anni), tecnico sanitario (45,9 anni) e con funzioni riabilitative (46,7 anni). Sempre nel 2011 delle 715.992 unità 665.031 avevano un contratto a tempo indeterminato. In 34.125 casi si trattava di persone con rapporto di lavoro flessibile e in 16.836 di personale universitario. Il rapporto tra lavoratori flessibili e assunti a tempo indeterminato risulta pari al 13,9% nel comparto dirigenti del ruolo tecnico, 15,5% nei profili del ruolo professionale, 6% nei profili del ruolo tecnico, 4,1% nel personale con funzioni riabilitative, 6,5% per i medici e 4,1% per il personale infermieristico. Nel corso del 2011 hanno cessato il servizio 30.454 lavoratori di cui circa il 51% è costituito da personale collocato a riposo per limiti di età, dimesso con diritto a pensione, rapporto di lavoro risolto con 40 anni di contribuzione e licenziato (cosiddetti cessati puri).
TORNA INDIETRO