venerdì, 27 novembre 2020
Medinews
12 Settembre 2011

MILLION WOMEN STUDY: RELAZIONE TRA ALTEZZA E INCIDENZA DI CANCRO

L’incidenza di molti tipi di cancro sembra aumentare con l’altezza in età adulta: la relazione tra altezza e rischio relativo (RR) totale di cancro è comparabile, anche se si considerano popolazioni diverse. Vari studi epidemiologici hanno indicato un aumentato rischio di cancro nelle persone più alte, ma non è chiaro se i rischi associati all’altezza varino con la localizzazione del tumore o con altri fattori, come il fumo e lo stato socioeconomico. I ricercatori dell’Università di Oxford hanno esaminato un’ampia coorte britannica della quale disponevano di sufficienti informazioni sul cancro incidentale a permettere una comparazione diretta del rischio associato all’altezza in relazione alla localizzazione del tumore e ai più importanti potenziali fattori di confondimento e di modificazione. Le informazioni sull’altezza e su altri fattori rilevanti per il cancro sono state ottenute nel periodo 1996 – 2001 su donne di mezza età che avevano avuto cancro ed erano state seguite per la valutazione dell’incidenza del cancro. Gli autori dello studio pubblicato sulla rivista The Lancet Oncology (leggi abstract originale) hanno utilizzato modelli di regressione di Cox per calcolare i RR aggiustati per ogni 10 cm di incremento in altezza sull’incidenza totale di cancro e per 17 specifiche localizzazioni del tumore, considerando l’età raggiunta come variabile del tempo. Gli autori hanno anche eseguito una meta-analisi dei risultati pubblicati da studi prospettici sul rischio di cancro totale in relazione all’altezza. In totale, 1297124 donne incluse nell’analisi sono state seguite per un totale di 11.7 milioni di persone-anno (mediana 9.4 anni per donna, IQR: 8.4 – 10.2), periodo in cui si sono sviluppati 97376 tumori incidentali. Il RR di cancro totale è stato 1.16 (IC 95%: 1.14 – 1.17; p < 0.0001) per ogni 10 cm di incremento in altezza. Il rischio è aumentato per 15 delle 17 localizzazioni di cancro analizzate ed è risultato statisticamente significativo per 10 di queste: colon (RR per ogni 10 cm di incremento in altezza 1.25, IC 95%: 1.19 – 1.30), retto (RR 1.14, IC 95%: 1.07 – 1.22), melanoma maligno (RR 1.32, IC 95%: 1.24 – 1.40), seno (RR 1.17, IC 95%: 1.15 – 1.19), endometrio (RR 1.19, IC 95%: 1.13 – 1.24), ovaio (RR 1.17, IC 95%: 1.11 – 1.23), rene (RR 1.29, IC 95%: 1.19 – 1.41), sistema nervoso centrale (RR 1.20, IC 95%: 1.12 – 1.29), linfoma non Hodgkin (RR 1.21, IC 95%: 1.14 – 1.29) e leucemia (RR 1.26, IC 95%: 1.15 – 1.38). L’aumento di RR di cancro totale per ogni 10 cm di incremento in altezza non è variato significativamente con lo stato socioeconomico o con altre 10 caratteristiche personali analizzate, ma era significativamente più basso nelle fumatrici attive rispetto alle donne che non avevano mai fumato (p < 0.0001). Nelle fumatrici, i tumori legati al fumo non erano così potentemente legati all’altezza come altri tipi di cancro (RR per ogni 10 cm di incremento in altezza 1.05, IC 95%: 1.01 – 1.09 e 1.17, IC 95%: 1.13 – 1.22, rispettivamente; p = 0.0004). In una meta-analisi di questo studio, sponsorizzato da Cancer Research UK e UK Medical Research Council, e di altri 10 studi prospettici, gli RR di cancro totale associati all’altezza hanno mostrato bassa variazione nei Paesi di Europa, Nord America, Australasia e Asia.
TORNA INDIETRO