venerdì, 19 agosto 2022
Medinews
27 Gennaio 2009

MILIONI DI ASIATICI A RISCHIO PER MUTAZIONE GENE

Il 4% delle persone che vive in India, Pakistan, Sri Lanka e probabilmente Bangladesh ha un rischio 7 volte maggiore rispetto agli altri abitanti del pianeta di contrarre una patologia cardiaca, in genere dopo i 50 anni. Entro quest’anno, nella sola India, si registrerà il 60% delle malattie cardiache nel mondo. La ricerca, condotta da una equipe internazionale composta da 25 scienziati e medici di 4 paesi, si e’ focalizzata sul gene MYBPC3, la cui mutazione induce la formazione di una proteina anomala che con gli anni si accumula nell’organismo, causando disturbi quali grave ipertensione, cardiomiopatia e arresto cardiaco.
Agi
TORNA INDIETRO