martedì, 24 novembre 2020
Medinews
27 Gennaio 2009

MEDICI USA CONOSCONO POCO EFFETTI SECONDARI METADONE SU RITMO CARDIACO

Meno della metà dei medici Usa che nel 2007 hanno prescritto un trattamento con metadone per tossicodipendenti sapevano del fatto che il metadone può scatenare aritmie cardiache e arresto cardiaco. Perciò un panel di esperti raccomanda su ‘Annals of Internal Medicine’ di chiedere a tali pazienti se hanno una storia di problemi cardiovascolari, di fare loro un ECG e di monitorarli se necessario, considerando il trattamento se l’ECG indica un alto rischio cardiovascolare.
Reuters
TORNA INDIETRO