mercoledì, 6 luglio 2022
Medinews
2 Agosto 2011

MEDICI SPECIALIZZANDI AL LAVORO 3 ANNI PRIMA

“Dal secondo-terzo anno lo specializzando diventa un medico ospedaliero a tutti gli effetti, con contratto a tempo determinato con il sistema sanitario nazionale. Quindi entra nel mondo del lavoro circa tre anni prima rispetto a oggi”. È quanto ha rilevato il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, a margine della presentazione delle novità introdotte sul percorso di studi in Medicina. La riforma è frutto di una collaborazione con il ministero dell’Istruzione. Le nuove regole prevedono la minor durata delle specializzazioni (1 anno in meno) e l’inserimento dello specializzando nel mondo del lavoro dopo 2-3 anni dall’avvio del corso. Per quanto riguarda i tempi per l’entrata in vigore delle nuove norme dipenderanno “dai diversi provvedimenti – ha precisato Fazio – quello relativo all’esame di Stato “incorporato” con quello di laurea dobbiamo ancora esaminarlo e probabilmente ci vorrà una legge. Quello sulla riduzione dei tempi della specializzazione penso potrà avere un passaggio veloce in Stato-Regioni, prevedo in pochi mesi, e poi sarà emanato un decreto ministeriale”. “Quello per l’utilizzo dei medici specializzandi con i contratti – ha concluso il Ministro – dovrà naturalmente avere una concertazione Stato-Regioni, e comunque sarà verosimilmente inserito come emendamento nel disegno di legge sulla sperimentazione clinica che dovrebbe andare in aula alla Camera a settembre”.
TORNA INDIETRO