domenica, 5 febbraio 2023
Medinews
13 Settembre 2010

MARINO RISPONDE A FAZIO: LEGGE SU OSPEDALITA’ PRIVATA DEI MEDICI GIA’ ESISTE

”La legge che regola la libera professione dei medici esiste ed è stata approvata all’unanimità dal Parlamento nel 2007. Si tratta della legge 120 e oggi il ministro Fazio, che dice di voler rivedere le regole, può semplicemente farle applicare”. E’ quanto ha affermato il senatore e presidente della Commissione Igiene e sanità Ignazio Marino. ”La verità che non si dice – ha proseguito Marino – è che la legge non è mai entrata in vigore perché questo Governo, non appena si è insediato nel 2008, ha deciso di prorogare i termini per la sua applicazione fino alla fine del 2013. In pratica, ha detto ai medici più interessati all’esercizio dell’attività privata ‘liberi tutti, lavorate ancora privatamente senza attenervi alle regole’”. “Ora – ha continuato Marino – facciamo i conti con gli scandali come quello di Messina e allora se il ministro Fazio vuole essere coerente proponga al prossimo Consiglio dei ministri di ritornare sui suoi passi: rivedano la loro decisione sbagliata e reintegrino la legge 120. Gli garantisco tutto il sostegno del Pd. I principi sono chiari: più sicurezza per i pazienti perché l’attività privata può essere svolta purché all’interno degli spazi dell’ospedale; il numero delle visite nel privato non può essere superiore a quelle che si fanno nel servizio pubblico; i pazienti devono essere presi in carico dal SSN entro 72 ore dalla richiesta, se si tratta di situazioni gravi. Il medico che lavora per il servizio pubblico – ha concluso – deve poter svolgere anche la libera professione ma deve essere disponibile ad adattarsi alle esigenze dei pazienti e deve lavorare per garantire la loro sicurezza”.
TORNA INDIETRO