mercoledì, 25 novembre 2020
Medinews
28 Giugno 2011

MARINO: È NECESSARIO INDIVIDUARE I FARMACI DAVVERO INNOVATIVI

“E’ improbabile attuare un federalismo sanitario efficace fino a quando si continuerà a tollerare gravi divisioni territoriali in campo farmaceutico”. E’ quanto ha affermato, a margine di un convegno, il presidente della Commissione d’inchiesta sul SSN Ignazio Marino. “I prontuari farmaceutici di ciascuna regione italiana rispondono ancora al principio di limitazione della spesa e non a quello di efficacia e qualità delle cure. – ha sottolineato il senatore – Questo sistema ha creato dei paradossi inaccettabili, poiché una singola regione potrebbe decidere di non servirsi di farmaci che invece risultano prescrivibili in tutto il resto d’Europa. Questo sistema ci pone al di fuori del contesto sanitario internazionale”. Secondo il presidente Marino “bisogna intervenire affinché le necessità di controllo della spesa non inficino la qualità delle cure è necessario individuare i farmaci davvero innovativi, in quanto diversi studi scientifici attestano che solo il 28% dei farmaci prodotti è davvero tale”. “Introdurre la figura del farmacologo clinico – ha concluso il presidente della Commissione – che verifichi l’appropriatezza delle cure negli ospedali; diffondere nei nosocomi i sistemi elettronici per una dose singola del farmaco che permettono di garantire la qualità delle cure, controllando al contempo le spese”.
TORNA INDIETRO