giovedì, 29 settembre 2022
Medinews
20 Ottobre 2014

L’USO DEL REGGISENO NON È ASSOCIATO AL RISCHIO DI TUMORE MAMMARIO: STUDIO DI POPOLAZIONE CASO-CONTROLLO

Malgrado la diffusione dell’uso del reggiseno nelle donne statunitensi e le preoccupazioni dei media che indossare il reggiseno possa aumentare il rischio di tumore mammario, esistono pochi studi scientifici credibili che abbiano affrontato questo argomento. Scopo dello studio, pubblicato sulla rivista Cancer of Epidemiology, Biomarkers and Prevention (leggi abstract), era valutare la relazione tra diverse abitudini d’uso del reggiseno e rischio di tumore mammario in donne in post-menopausa. I ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle hanno condotto uno studio di popolazione, caso-controllo, sul tumore mammario nell’area metropolitana di Seattle-Puget Sound che ha comparato 454 casi di carcinoma duttale invasivo (IDC) e 590 casi di carcinoma lobulare invasivo (ILC), diagnosticati tra il 2000 e il 2004, con 469 donne di controllo di età compresa tra 55 e 74 anni. Le informazioni sulle abitudini d’uso del reggiseno e di altri fattori di rischio per il tumore mammario sono state raccolte attraverso intervista diretta delle partecipanti allo studio. In analisi multivariata, gli odds ratio (OR) aggiustati e gli intervalli di confidenza (IC) al 95% ad essi associati sono stati stimati utilizzando la regressione logistica politomica. Nessun aspetto riguardo l’uso del reggiseno, incluse le dimensioni della coppa, l’acquisto recente, il numero medio di ore d’uso/giorno, la presenza del ferretto o l’età a cui si è iniziato a indossarlo regolarmente, è stato associato al rischio di sviluppare IDC o ILC. Dunque, i risultati di questo studio non confermano l’associazione tra utilizzo di reggiseno e aumentato rischio di tumore mammario in donne in post-menopausa.
TORNA INDIETRO