Medinews
8 Aprile 2014

LORENZIN: PIÙ INVESTIMENTI PER UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MIGLIORE

“Se vogliamo garantire ai cittadini una sanità che funziona, con ospedali dignitosi, tecnologie, risorse umane e scoperte scientifiche che permettano di avere le stesse prestazioni che si ottengono in USA o in altri Paesi d’Europa, bisogna investire moltissimo nel nostro sistema”. E’ quanto ha affermato, durante un’intervista radiofonica, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. “Al momento non si può fare, perché non ci sono i soldi. Ma, a mio avviso, si possono recuperare risorse all’interno del sistema sanitario nazionale. Ma non si tratta di margini che si possono tagliare dall’oggi al domani – ha spiegato la Lorenzin -. Noi abbiamo bisogno invece di recuperare risorse attraverso riforme strutturali, cioè cambiando i processi di organizzazione del lavoro. Dobbiamo capire se il fondo sanitario nazionale è sufficiente cosi com’è a garantire servizi ai cittadini, cioè erogazioni di prestazioni e accesso a farmaci che sono sempre più costosi – ha sottolineato il Ministro -. Il prossimo anno, per esempio, avremo sul mercato un nuovo farmaco contro l’epatite C, che salverebbe migliaia di persone; ebbene, il costo di impatto sul mercato del farmaco appena arrivato è di 1 miliardo di euro, e siamo solo all’inizio di una grande rivoluzione che sta avvenendo nel mondo scientifico, con evidenti ricadute sulla vita delle persone”.
TORNA INDIETRO