mercoledì, 21 aprile 2021
Medinews
21 Ottobre 2013

LORENZIN: ORA LO SBLOCCO DEL TURNOVER PER IL PERSONALE SANITARIO

“Superare il blocco del turn-over nelle Regioni in piano di rientro, per consentire il ricambio generazionale della classe medica”. E’ quanto ha affermato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, durante un’intervista radiofonica. Per la titolare del dicastero di Lungotevere Ripa è arrivato il momento di “lavorare all’interno delle Regioni, per attuare quelle misure già previste dalla legge, come i costi standard e la de-ospedalizzazione per curare, ove possibile, i pazienti a casa e non in ospedale. Un malato trattato in ospedale – ha ricordato la Lorenzin – costa dai 2 ai 5 mila euro al giorno; curato a livello domiciliare invece da 200 a 800 euro. Quindi il risparmio è formidabile. Le risorse recuperate non faranno cassa, ma devono essere riutilizzate all’interno del SSN per investire nelle cose che servono. Prima di tutto un piano serio d’infrastrutturazione tecnologica degli ospedali, per renderli sicuri, accoglienti e utilizzare al massimo l’innovazione che è oggi elemento fondamentale per queste strutture”. “Serve poi una cosa non prettamente sanitaria ma molto importante per i pazienti: l’assistenza territoriale – ha concluso il Ministro -. Il futuro si giocherà sull’integrazione tra territorio e medicina, salute e assistenza, soprattutto per una popolazione, la nostra, che tende ad essere sempre più vecchia e quindi necessita di presidi forti a livello nazionale per quanto riguarda malattie come la demenza e le malattie mentali”.
TORNA INDIETRO