mercoledì, 24 febbraio 2021
Medinews
10 Marzo 2014

LORENZIN: IL SISTEMA SANITARIO NON PUÒ SOPPORTARE NUOVI TAGLI LINEARI

“Il servizio sanitario nazionale non può sopportare nuovi tagli lineari perché non sarebbe in grado di reggerli”. E’ quanto ha affermato, a margine di un convegno, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Il mio impegno per il sistema sanitario nazionale è rimetterlo a posto senza chiedere nuovi soldi allo Stato ma producendo risparmi per reinvestirli – ha sottolineato il Ministro -. Per esempio abbiamo stabilizzato i budget per il prossimo triennio. Nel Patto della salute abbiamo recuperato dalla riorganizzazione delle degenze 900 milioni in 3 anni con cui rifaremo i Lea. I costi standard sono a regime e produrranno un risparmio di 4 miliardi di euro a regime, con una razionalizzazione e quantificazione della spesa”.“Tra il 2001 e il 2006 si sono creati disastri che pagheremo per generazioni, perché la riforma del Titolo V della Costituzione ci è costata miliardi e miliardi – ha ricordato la Lorenzin -. E’ in quel periodo che si è avuta l’esplosione della spesa sanitaria, mentre già dal 2007 si è cominciato a correre ai ripari sulla strada del riequilibrio finanziario”. “La riforma “federale” ha prodotto disastri almeno in tre quarti delle Regioni italiane. Tornare indietro ci costerebbe una cifra che non abbiamo e che non ci passiamo permettere. Dobbiamo – ha concluso il Ministro -, e quindi bisogna migliorare la gestione ordinaria, tenendo quello che funziona e cambiando quello che non funziona”.
TORNA INDIETRO