domenica, 24 ottobre 2021
Medinews
16 Giugno 2014

LORENZIN: CORREGGERE IL SISTEMA ANCHE PRIMA DELLA RIFORMA TITOLO V

“Dopo 14 anni penso che abbiamo la maturità e la capacità di correggere le cose che non vanno. Va benissimo la responsabilizzazione a livello regionale, ma ci vuole una visione complessiva delle politiche della salute e del farmaco che non va alle Regioni. Non si può aspettare l’implementazione delle riforme costituzionali che hanno i loro tempi. Il sistema non può aspettare, alcune cose vanno fatte ora senza attendere la riforma”. E’ quanto ha affermato, a margine di un convegno, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “La salute – ha assicurato il ministro – è un obiettivo primario di questo governo, dell’Italia e dell’Europa. A differenza di altri, io non ho una visione settoriale del comparto, ma ritengo che il sistema salute stia all’interno di una visione più ampia e globale della società, che comprende ricerca, lavoro, ambiente, innovazione, e appunto la salute dei cittadini. Dopo la riforma del Titolo V abbiamo avuto un aumento spropositato della spesa pubblica e anche quella sanitaria è andata fuori controllo. Metà Italia è stata commissariata e la politica è continuata a essere quella dei tagli con l’accetta”.
TORNA INDIETRO