mercoledì, 21 aprile 2021
Medinews
11 Giugno 2013

LORENZIN: AL LAVORO PER SUPERARE LE DIFFERENZE REGIONALI NEI PRONTUARI

“Il Ministero della Salute è al lavoro per superare le differenze regionali nella disponibilità dei farmaci, legate anche ai tempi diversi di “ingresso” nei prontuari regionali”. E’ quanto ha dichiarato, a margine di un incontro, il Ministro Beatrice Lorenzin. “Siamo alla ricerca di una soluzione per rendere più omogenea la disponibilità dei nuovi medicinali sul territorio nazionale. Mi è molto chiaro e presente che in alcune Regioni c’è una disponibilità di farmaci e in altre no. E’ una questione di equità sociale. Sto lavorando su questo e vedremo quale sarà la soluzione più appropriata. Attraverso il Patto per la salute – ha proseguito la Lorenzin – potremmo avere un sistema a regime, con strumenti anche nuovi sul territorio, in modo uniforme, che permetteranno al sistema della sanità di ridurre gli sprechi e reinvestire sulla salute e sulla prevenzione. In questo modo potremmo dire addio ai tagli lineari”. “Il nostro SSN resta uno dei migliori al mondo, ma i tempi cambiano e oggi dobbiamo confrontarci con altre grandi sfide assistenziali, quali i problemi di assistenza socio sanitaria connessi alla non autosufficienza, l’elevata presenza di anziani e grandi anziani, le disponibilità di terapie/diagnosi ad alto costo. L’impegno comune – ha aggiunto il Ministro – deve essere quello di riformare il sistema, affinché sia in grado di mantenere i risultati che ci vengono riconosciuti”. E in questo quadro “non vi è dubbio che il principio di universalità, inteso come il diritto a un accesso generalizzato ai servizi sanitari da parte di tutti i cittadini, senza distinzione, ha subito nel tempo dei correttivi”.
TORNA INDIETRO