martedì, 5 luglio 2022
Medinews
10 Maggio 2011

LO SCREENING DEI DONATORI DI SANGUE E’ UN EFFICACE STRUMENTO DI PREVENZIONE

La donazione di sangue potrebbe fornire un’opportunità unica per lo screening della popolazione mirato all’individuazione precoce del rischio di malattie cardiovascolari. In uno studio americano presentato al congresso EuroPRevent 2011, l’équipe guidata da Eason Stefano del Carter Blood Care (Bedford, Texas, USA) ha verificato se la misurazione del colesterolo totale ad ogni donazione può servire per identificare individui a rischio futuro di malattie cardiovascolari. Lo studio ha incluso soprattutto individui giovani perché questi avevano meno probabilità sia di essere consapevoli del proprio eventuale stato di rischio, che di assumere farmaci per il controllo del colesterolo. Sono stati esaminati i livelli non a digiuno di colesterolo totale di 5.615 volontari di età compresa tra i 20 e i 39 anni, alla loro prima donazione, nel 2002, e ad una seconda donazione nel 2008. Il livello di colesterolo medio risultava di 4,4 mmol/L per le femmine e 4,6 mmol/L per i maschi, nel 2002, ma nel 2008 la misura era salita a 4,8 mmol/L per le femmine e 4,9 mmol/L per i maschi. “Lo studio dimostra che lo screening della popolazione dei donatori di sangue è in grado di identificare un numero significativo di persone che sono a maggior rischio di future malattie cardiovascolari – ha affermato Eason – e che pertanto potrebbero beneficiare di valutazioni più approfondite. Ulteriori studi con marcatori metabolici per le malattie cardiovascolari e per il diabete dovrebbero essere compiuti per determinare lo screening più appropriato a livello di questa popolazione”.
Esc
TORNA INDIETRO