martedì, 5 luglio 2022
Medinews
16 Aprile 2012

LINEE GUIDA ASCO SULLA DOSE DI CHEMIOTERAPIA APPROPRIATA IN PAZIENTI ONCOLOGICI ADULTI OBESI

Al fine di offrire raccomandazioni per l’appropriato dosaggio di chemioterapia citotossica in pazienti adulti obesi con cancro, l’American Society of Clinical Oncology (ASCO) ha istituito un Pannello di esperti in oncologia medica e ginecologica, farmacologia clinica, farmacocinetica e farmacogenetica e biostatistica, ai quali è stato affiancato un rappresentante dei pazienti. Attraverso una ricerca eseguita tramite MEDLINE e una revisione sistematica della letteratura, gli esperti hanno identificato gli studi pubblicati in lingua inglese tra il 1996 e il 2010. La maggior parte era sul cancro della mammella, ovaio, colon e polmone. Le linee guida non contengono informazioni sui nuovi agenti a target molecolare. Gli studi sulla pratica medica quotidiana hanno dimostrato che fino al 40% dei pazienti obesi riceve dosi limitate di chemioterapia non calcolate sul peso corporeo effettivo. Le preoccupazioni riguardo tossicità o sovradosaggio in pazienti oncologici obesi, riferiti al peso corporeo effettivo, sono infondate. Il pannello di esperti dell’ASCO raccomanda quindi che dosi piene di chemioterapia citotossica, calcolate in base al peso, siano usate per trattare i pazienti oncologici obesi, in particolare quando il fine ultimo del trattamento è la cura. Non esiste evidenza che la tossicità a breve o a lungo termine sia aumentata nei pazienti obesi che ricevono dosi piene di chemioterapia. La maggior parte dei dati indica che la mielosoppressione è simile o meno pronunciata nei pazienti obesi rispetto ai non obesi che ricevono dosi piene di farmaci citotossici. I clinici dovrebbero trattare tutte le tossicità legate al trattamento che si presentano nei pazienti obesi allo stesso modo dei non obesi. L’uso di chemioterapia a dose fissa è raramente giustificato; ma il Pannello raccomanda il dosaggio fisso per pochi agenti selezionati. Gli stessi esperti dell’ASCO raccomandano, nella pubblicazione sul Journal of Clinical Oncology (leggi abstract originale), ulteriori ricerche per approfondire il ruolo della farmacocinetica e farmacogenetica per regolare l’appropriato dosaggio nei pazienti oncologici obesi.
TORNA INDIETRO