sabato, 25 settembre 2021
Medinews
5 Ottobre 2009

LIGURIA: BANDO DA 2 MLN, SCELTI 13 PROGETTI RICERCA

Sono 13 i progetti identificati dalla commissione regionale e ammessi al finanziamento del primo bando regionale per favorire la ricerca in sanità. La comunicazione è stata data dall’assessore regionale alla Salute Claudio Montaldo. Quattro progetti sono stati presentati dall’Istituto Tumori di Genova, a cura di Francesco Boccardo, Massimo Costantini, Lucia Del Mastro e Paola Queirolo, tre dall’azienda ospedaliera San Martino, a cura di Francesco Frassoni, Gianluigi Mancardi e Renato Spaziante, tre dall’Istituto Pediatrico Gaslini di Genova, a cura di Vito Pistoia, Alberto Martini e Carlo Minetti, uno dall’ASL 1 Imperiese, a cura di Roberto Ravera, uno dall’ASL 5 Spezzina, a cura di Silvio Roncella, e uno dall’ASL 2 Savonese, a cura di Roberto Testa. I progetti riguardano l’area del carcinoma prostatico, le cure di fine vita negli hospice, il carcinoma mammario in gravidanza, le cellule staminali ematopoietiche, la sclerosi laterale amiotrofica, l’artrite idiopatica giovanile, il trattamento della distrofia muscolare, l’endotelio di derivazione tumorale, le terapie biologiche per il melanoma della coroide, l’attività di contrasto all’abuso di minori, il mesotelioma pleurico, le alterazioni genetiche nelle neoplasie cerebrali, la diagnosi precoce dell’epatopatia cronica da HBV, HCV o con coinfezione HIV. ‘Sono orgoglioso di questo bando – ha detto l’assessore Montaldo – che e’ stato valutato esclusivamente dai tecnici che hanno effettuato un compito di scrematura degli iniziali 34 progetti presentati dalla aziende. Non c’è stata alcuna responsabilità o valutazione politica nella scelta dei progetti’. I 13 progetti hanno richiesto finanziamenti che vanno da un minimo di 81.000 euro a un massimo di 300.000 per un totale di 2.273.000 euro. Sarà probabilmente necessaria una rimodulazione economica per rimanere entro lo stanziamento regionale dei 2 milioni di euro a meno che non si aggiungano finanziamenti provenienti da sponsor privati che avranno tempo fino al 16 ottobre per presentare le loro proposte. L’erogazione dei fondi avverrà, per il 50 per cento come anticipo per l’avvio delle attività progettuali entro la fine del 2009, per un 40 per cento successivamente all’invio e all’approvazione della rendicontazione annuale, e per un 10 per cento al termine della ricerca, previa rendicontazione scientifica e economica finale. Il saldo del 10 per cento sarà erogato solo dopo che il responsabile del progetto avrà inviato in Regione il rapporto finale sui risultati ottenuti e l’elenco delle spese sostenute con un dettagliato rendiconto. Risale al maggio del 2009 l’approvazione da parte della Giunta regionale del bando sulla ricerca in sanità per stimolare proposte nell’ambito della ricerca sanitaria e bio-medica finalizzata alla produzione di informazioni utili per le scelte cliniche.
TORNA INDIETRO