sabato, 25 settembre 2021
Medinews
28 Aprile 2009

L’ASPIRINA PUO’ CAUSARE EMORRAGIA CEREBRALE

L’aspirina potrebbe provocare emorragie cerebrali. Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Erasmus MC University Medical Centre di Rotterdam (Paesi Bassi) e pubblicato sulla rivista Archives of Neurology. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno effettuato delle scansioni cerebrali su 1.062 persone e hanno scoperto un’incidenza superiore del 70 per cento di emorragie microscopiche tra coloro che prendono l’aspirina o carbasalato calcico, uno stretto parente chimico del farmaco. Nonostante questo, i ricercatori hanno precisato che gli effetti positivi dell’aspirina, che funziona come anti-coagulante nelle persone a rischio ictus o infarto, superano i rischi di emorragie. E’ pero’ noto da tempo che i farmaci anti-coagulanti mettono i pazienti a rischio emorragie nel tratto gastrointestinale, ovvero nell’esofago, nello stomaco e nell’intestino. Ma ora i ricercatori hanno aggiunto a questi anche il rischio di emorragia cerebrale, concludendo che occorrono ulteriori studi per comprendere la reale pericolosita’ di quest’associazione con l’aspirina.

Agi
TORNA INDIETRO