sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
12 Gennaio 2010

L’AMMINOACIDO ”SEGNALATORE” INDICA QUALI RISCHI CORRE IL CUORE

Un molecola “sentinella” potrebbe essere in grado di predire il rischio di disturbi cardiovascolari. È quanto emerge dallo studio presentato durante il recente congresso dell’American Heart Association Scientific Sessions dai ricercatori della Emory University School of Medicine di Atlanta, Usa. La ricerca, condotta su 1.200 persone, ha dimostrato che la cistina – forma ossidata dell’amminoacido cisteina – sarebbe in grado di indicare il livello di stress ossidativo e, di conseguenza, diagnosticare il rischio di patologie cardiache. È infatti emerso che gli individui che hanno alti livelli di cistina corrono un rischio doppio di subire disturbi cardiaci nell’arco di alcuni anni dalla rilevazione. “La cistina – spiega Riyaz Patel, ricercatore della Emory University – può essere un prezioso indicatore dei rischi cardiovascolari, ma nello stesso tempo può rappresentare un obiettivo terapeutico: ridurne le quantità potrebbe infatti salvaguardare le cellule cardiache danneggiate”.

Asca
TORNA INDIETRO