venerdì, 4 dicembre 2020
Medinews
23 Aprile 2012

LA CAMERA RESPINGE LA TASSA SUGLI SPECIALIZZANDI

La Commissione Finanze di Montecitorio ha bocciato la proposta di tassazione delle borse di studio per gli specializzandi in medicina prevista dal Decreto Legge Semplificazioni. Il provvedimento prevedeva un prelievo fiscale del 20 % per le somme eccedenti gli 11 mila e 5oo euro annui. La misura era stata introdotta lo scorso mese ed equiparava i redditi derivanti dalle borse di studio a quelli da lavoro dipendente. Lo stop alla norma, tramite l’approvazione all’unanimità di un emendamento, è giunto al culmine di una protesta scoppiata in tutto il Paese. Nei giorni scorsi specializzandi, dottorandi, ricercatori e borsisti sono scesi in piazza per contestare il provvedimento organizzando anche un sit in davanti a Montecitorio. Giovedì scorso, dopo la bocciatura del provvedimento, il Sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale ha ricevuto una delegazione del Segretariato italiano giovani medici (Sigm). “Ho condiviso con loro – ha dichiarato Cardinale – problematiche e aspettative, assicurando ogni vigile attenzione per la definitiva conclusione del provvedimento legislativo che abolisce la tassazione sulle borse di studio nei termini già approvati dalla Camera. Questi intendimenti – ha ricordato l’esponente del Governo – sono condivisi, peraltro sia a livello ministeriale che dalla Conferenza dei Rettori”.
TORNA INDIETRO