lunedì, 25 ottobre 2021
Medinews
9 Dicembre 2014

ISTAT: NEL 2012 OLTRE 33.500 DECESSI PER TUMORE A TRACHEA, BRONCHI E POLMONI

I tumori maligni sono una tra le principali cause di morte nel nostro Paese. Con 33.538 decessi le neoplasie che colpiscono trachea, bronchi e polmoni sono la quarta causa decesso in assoluto e la seconda negli uomini. E’ quanto emerge dal report ISTAT Le principali cause di morte in Italia. “Nel 2012 – rileva l’Istituto di ricerca – vi sono stati nel nostro Paese 613.520 decessi con un tasso standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente è caratterizzata da una riduzione dei tassi (-6% rispetto al 2007), ma da un aumento del numero dei decessi (+7%) per effetto dell’invecchiamento della popolazione. Quindici sono le cause principali di morte che spiegano il 65% del totale dei decessi avvenuti nel 2012. Nella graduatoria, dopo le malattie ischemiche del cuore (poco più del 12% del totale), seguono in seconda e terza posizione altre malattie del sistema circolatorio: rispettivamente quelle cerebrovascolari (61.255 morti, pari al 10% del totale) e le altre malattie del cuore (48.384 morti, pari all’8%). Quest’ultima categoria comprende malattie cardiache non di origine ischemica. I tumori maligni di trachea, bronchi e polmone rappresentano la causa di morte oncologica più frequente. A seguire, in quinta posizione, si posiziona un altro gruppo di cause appartenenti all’ampio settore dei disturbi circolatori, le malattie di origine ipertensiva che hanno provocato 31.247 decessi (5% del totale)”.
TORNA INDIETRO