giovedì, 25 febbraio 2021
Medinews
9 Giugno 2014

ISTAT: IN UN ANNO -700 CAMICI BIANCHI NEL SSN

Cala il numero dei medici del servizio sanitario nazionale, quasi 700 in meno dal 2010 al 2011. E’ quanto ha reso noto l’ISTAT nell’Annuario statistico nazionale 2011 sulle attività gestionali ed economiche delle Asl e Aziende ospedaliere e sul personale delle Asl e degli Istituti di cura pubblici. Di tutto il personale dipendente del SSN, i medici e odontoiatri nel 2011 sono 106.779, l’anno precedente 107.448. Di questi, il 38,3% è costituito da donne. La quota delle donne medico sul totale ha registrato un aumento di 1,4% rispetto al 2010. In sintesi: il numero assoluto di camici bianchi è diminuito, ma la percentuale di donne è aumentata. L’Annuario conferma inoltre che il servizio sanitario nazionale è sempre più “rosa”. Le lavoratrici sono molto più numerose degli uomini (quasi il doppio): in particolare, i 415.468 ‘camici rosa’ rappresentano il 64,6% del personale dipendente (+0,8% rispetto al 2010), contro il 35,4% degli uomini. In aumento soprattutto le donne medico (+1,4%), ma anche le infermiere (+0,3%). Secondo quanto illustrato nel documento, nel 2011 il personale dipendente del Ssn è pari a 643.169 unità, complessivamente per i ruoli sanitario, professionale, tecnico e amministrativo (comprese le qualifiche atipiche). Rispetto al 2010, per quanto i valori assoluti non siano significativi, si è registrato un calo di circa 3.000 unità di personale. Le donne dipendenti del Ssn sono 415.468, in aumento (+0,8%) rispetto al 2010, mentre cala ancor più che nell’anno precedente il numero degli uomini, che nel 2011 si attesta a 227.701 (-2,7%).
TORNA INDIETRO