sabato, 28 novembre 2020
Medinews
25 Maggio 2009

IPERTENSIONE: IN ITALIA PIU’ MALATI NEL NORD-EST

Dati aggiornati sull’ipertensione arteriosa in Italia sono stati diffusi dall’università di Sapienza di Roma in occasione della recente V Giornata mondiale di sensibilizzazione su questa condizione patologica. Nel nostro Paese l’ipertensione colpisce indistintamente uomini (33%) e donne (31%), con una condizione di rischio prevalente nei maschi (19%) rispetto al gentil sesso (14%). Il record di ipertesi spetta al Nord Est, con il 37% degli uomini e il 29% delle donne colpiti. Seguono poi il Sud e le Isole (33% uomini, 34% donne), il Nord Ovest (33% uomini, 29% donne) e il Centro (31% uomini, 29% donne). Regione per regione, invece, la vetta della graduatoria è della Calabria, con il 45% degli uomini e il 41% delle donne con la pressione alta. Segue il Friuli Venezia Giulia. In fondo alla classifica, troviamo invece l’Abruzzo (24% sia donne che uomini) e le Marche (24% uomini, 23% donne). Il rischio non coinvolge però solo l’Italia, visto che l’ipertensione arteriosa colpisce nel mondo il 30% della popolazione.

Adn
TORNA INDIETRO