domenica, 29 novembre 2020
Medinews
19 Maggio 2009

INFARTO: – 80% MORTALITA’ IN ULTIMI 25 ANNI PER DIETA MIGLIORE E MENO FUMO

Nell’ultimo quarto di secolo in Islanda la mortalità per malattia coronarica è diminuita dell’80% nelle persone tra 25 e 74 anni d’età. Il risultato principale dello studio diretto da Thor Aspelund dell’Icelandic Heart Association e dell’University of Iceland, presentato a Stoccolma a Europrevent 2009, mostra che circa il 75% di tale diminuzione si deve al calo dei fattori di rischio tra la popolazione, di cui il 36% per il colesterolo, 20% per il fumo, 26% per la pressione sistolica e 5% per maggiore attività fisica. Il rimanente 25% è attribuibile ai trattamenti individuali quali la prevenzione secondaria, ad esempio chirurgia o terapia dopo un attacco (7%), la cura dello scompenso cardiaco (6%), il trattamento iniziale della sindrome coronarica acuta (5%) e dell’ipertensione (solo 1%). Trend negativo invece per diabete (+5%) e obesità (+4%). “Questi dati – afferma Aspelund – dimostrano l’importanza di una strategia contro il tabacco e per una dieta più sana, oltre alla rilevanza delle cure”. Lo stesso modello di ricerca impiegato nello studio islandese si è visto funzionare se applicato anche ad altri Paesi, sia in Usa che in Europa.

Esc
TORNA INDIETRO