sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
30 Novembre 2009

INDICE GLICEMICO, CARICO GLICEMICO E RISCHIO DI CARCINOMA RENALE

Il rischio di sviluppare il tumore potrebbe aumentare nelle persone con indice glicemico e carico glicemico elevati in conseguenza di una alterata resistenza e sensibilità all’insulina. Il rischio è stato correlato al consumo di cereali raffinati e cibi lievitati, ma l’associazione non è stata studiata in termini di indice glicemico (IG) e carico glicemico (CG). Ricercatori italiani hanno analizzato i dati di uno studio caso-controllo multicentrico italiano per ottenere informazioni sull’argomento. Lo studio pubblicato nella rivista Annals of Oncology (leggi abstract originale) ha coinvolto 767 pazienti con carcinoma renale incidentale, confermato istologicamente, e 1534 controlli, che erano stati ammessi negli stessi ospedali per un ampio spettro di condizioni patologiche acute, non neoplastiche, non relate a fattori di rischio conosciuti per il carcinoma renale. Informazioni sulle abitudini alimentari sono state ottenute con un questionario di frequenza alimentare. I rischi (odds ratio, OR) e gli intervalli di confidenza (IC 95%) per IG e CG sono stati aggiustati in analisi multivariata per le covariate più rilevanti. Rispetto al quintile più basso, gli OR per il quintile più alto erano 1.43 (IC 95%: 1.05-1.95) per IG e 2.56 (IC 95%: 1.78-3.70) per CG, con trend significativi. Rispetto al quintile più basso, il rischio di carcinoma renale per i livelli successivi di CG era più alto nei non bevitori che nei bevitori. I risultati dello studio indicano una relazione diretta tra livelli alimentari di IG e CG e rischio di carcinoma renale. Ciò può essere correlato a meccanismi legati a resistenza e sensibilità all’insulina.
TORNA INDIETRO