Medinews
25 Novembre 2014

INDICE DI MASSA CORPOREA E RISCHIO DI SECONDO TUMORE ASSOCIATO ALL’OBESITÀ DOPO CANCRO DEL COLON-RETTO: ANALISI COMBINATA DI STUDI PROSPETTICI DI COORTE

I sopravviventi dopo diagnosi di tumore del colon-retto, in sovrappeso od obesi prima della diagnosi, avrebbero un aumentato rischio di secondi tumori associati all’obesità, rispetto ai sopravviventi normopeso. Per determinare se l’indice di massa corporea (BMI) prima della diagnosi di cancro fosse associato al rischio di secondi tumori associati all’obesità in sopravviventi dopo diagnosi di tumore del colon-retto e se gli stessi sopravviventi abbiano un’aumentata suscettibilità al tumore associato all’obesità rispetto alle persone non affette da tumore, ricercatori del National Cancer Institute di Bethesda e della George Washington University di Washington DC hanno identificato 11598 casi incidenti di tumore primario del colon-retto da cinque studi prospettici di coorte. Nello studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract), gli autori hanno utilizzato modelli di regressione del rischio proporzionale di Cox per esaminare le associazioni tra BMI basale (prima della diagnosi di tumore) e rischio di secondi tumori associati all’obesità (tumore della mammella in post-menopausa, tumore del rene, del pancreas, adenocarcinoma esofageo e tumore dell’endometrio) in sopravviventi dopo diagnosi di tumore del colon-retto e hanno comparato le associazioni a quelle di primi tumori associati all’obesità nell’intera coorte. Rispetto ai sopravviventi che presentavano BMI normale prima della diagnosi (18.5 – 24.9 kg/m2), quelli in sovrappeso (BMI 25.0 – 29.9 kg/m2) od obesi (BMI 30+ kg/m2) avevano un rischio maggiore di un secondo tumore associato all’obesità (n = 224; hazard ratio [HR] per sovrappeso 1.39, IC 95%: 1.01 – 1.93; HR per obesità 1.47, IC 95%: 1.02 – 2.12; HR per variazione di 5 unità del BMI 1.12, IC 95%: 0.98 – 1.29). La grandezza del rischio di sviluppare un primo tumore primario associato all’obesità era comparabile (HR per sovrappeso 1.18, IC 95%: 1.14 – 1.21; HR per obesità 1.61, IC 95%: 1.56 – 1.66; HR per variazione di 5 unità del BMI 1.23, IC 95%: 1.21 – 1.24). Prima della diagnosi, i pazienti con tumore del colon-retto avevano una più alta seppur minima probabilità, rispetto alla coorte globale, di essere in sovrappeso (44 vs 41%) od obesi (25 vs 21%). In conclusione, i sopravviventi dopo diagnosi di tumore del colon-retto che erano sovrappeso od obesi prima della diagnosi mostravano un aumentato rischio di secondi tumori associati all’obesità, rispetto ai sopravviventi che erano normopeso. In questa popolazione i rischi erano simili in termini di grandezza a quelli osservati per i primi tumori, suggerendo che un’aumentata prevalenza di sovrappeso od obesità, piuttosto che un’aumentata suscettibilità, possa contribuire a elevare i rischi di secondo tumore nei sopravviventi dopo diagnosi di tumore del colon-retto, rispetto alla popolazione generale. Questi risultati enfatizzano inoltre le attuali linee guida sul peso corporeo per questo gruppo di pazienti ad alto rischio.
TORNA INDIETRO