sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
26 Novembre 2010

INCIDENZA, MORTALITÀ E SOPRAVVIVENZA DA CARCINOMA RENALE IN NORD AMERICA

L’incidenza di tumore localizzato è cresciuta rapidamente, mentre quella di malattia distante è diminuita, i tassi di mortalità presentano un comportamento analogo

La crescente incidenza di carcinoma renale è stata attribuita al maggiore uso di metodiche d’immagine. I ricercatori del Cancer Prognostics and Health Outcomes Unit, University of Montreal Health Center, hanno esaminato i trend di incidenza stadio-specifica, mortalità e sopravvivenza del carcinoma renale in America del Nord. Hanno calcolato tali parametri usando il database del Surveillance Epidemiology and End Results, dopo identificazione di 43807 pazienti con carcinoma renale confermato istologicamente nel periodo 1988 – 2006. Le percentuali di incidenza, mortalità e sopravvivenza a 5 anni sono state calcolate per anno e i risultati sono stati stratificati per stadio della malattia. La percentuale di incidenza, aggiustata per età, del carcinoma renale è aumentata da 7.6 per 100000 persone-anno nel 1988 a 11.7 nel 2006 (variazione percentuale annuale stimata [EAPC]: +2.39%; p < 0.001). Le percentuali di incidenza stadio-specifica, aggiustata per età, sono aumentate per lo stadio localizzato da 3.8 nel 1988 a 8.2 nel 2006 (EAPC: +4.29%; p < 0.001) e diminuite nello stesso periodo per lo stadio con metastasi a distanza da 2.1 a 1.6 nello stesso periodo (EAPC: -0.57%; p = 0.01). Le percentuali di sopravvivenza stadio-specifica sono migliorate nel tempo per lo stadio localizzato ma rimangono stabili per il tumore con metastasi regionali e a distanza. I tassi di mortalità sono variati significativamente nel periodo di studio, per lo stadio localizzato, da 1.3 nel 1988 a 2.4 nel 2006 (EAPC: +3.16; p < 0.001) e, per lo stadio con metastasi a distanza, da 1.8 nel 1988 a 1.6 nel 2006 (EAPC: -0.53%; p = 0.045). Secondo gli autori dello studio pubblicato nella rivista European Urology (leggi abstract originale), la principale limitazione della ricerca è rappresentata dall’informazione sullo stadio. Dall’osservazione che sia incidenza che mortalità sono in crescita per lo stadio localizzato e in diminuzione per quello con metastasi a distanza, gli autori hanno concluso che persiste la necessità di innovazione della diagnosi e del trattamento del carcinoma renale.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 11 – Novembre 2010
TORNA INDIETRO