domenica, 28 febbraio 2021
Medinews
19 Dicembre 2011

IN ITALIA IL FUMO CAUSA FINO A 83 MILA MORTI L’ANNO

Tra le 70.000 e le 83.000 morti l’anno in Italia sono attribuibili al fumo di tabacco, con oltre il 25% di questi decessi compresi tra i 35 e i 65 anni di età. E’ quanto emerge dalla Relazione sullo stato sanitario del Paese 2009-2010 realizzata dal Ministero della Salute. Nel 2010, secondo i dati Istat, la percentuale dei fumatori è stata pari al 22,8% (maschi 29,2%, femmine 16,9%), in leggero calo rispetto al 2009. Nel 2003, prima della Legge 3/2003, la prevalenza era del 23,8% (maschi 31%, femmine 17,4%). I tabagisti sono principalmente giovani adulti tra i 25 e i 34 anni, pari al 32,3% (39,7% i maschi e 24,4% le femmine), in aumento rispetto allo scorso anno. Stabile, invece, la prevalenza tra i 15-24enni, con un valore di 21,5% (27,4% i maschi e 15,5% le femmine).
TORNA INDIETRO