Medinews
22 Maggio 2013

IMPATTO DELL’ETÀ SU TRATTAMENTO ED ESITO CLINICO NEI PAZIENTI CON CARCINOMA RENALE METASTATICO

I più anziani costituiscono una sottopopolazione con esiti clinici diversi; ulteriore ricerca è necessaria per meglio comprendere la sicurezza e la tollerabilità delle attuali terapie

Gli esiti clinici in pazienti adulti con carcinoma renale metastatico sono tuttora poco compresi, e particolarmente nell’era delle terapie target. I ricercatori del City of Hope Comprehensive Cancer Center di Duarte in California hanno caratterizzato, nello studio pubblicato sulla rivista Journal of Geriatric Oncology (leggi abstract), la sopravvivenza e le variabili più importanti legate al trattamento in una serie contemporanea di pazienti. A questo scopo, per l’analisi hanno identificato da un database istituzionale, che includeva 562 pazienti con carcinoma renale, 219 pazienti con malattia metastatica. La sopravvivenza è stata valutata in 4 coorti suddivise per fasce d’età: < 55 anni, 55 – 64 anni, 65 – 74 anni e ≥ 75 anni. Il numero di linee di terapia somministrate è stato ottenuto per ogni paziente e la ragione della sospensione del trattamento è stata identificata. I risultati indicano che tra i 219 pazienti valutati, l’età mediana era 58 anni (range: 26 – 87), la maggioranza dei quali presentava istologia a cellule chiare (82%) ed era stato sottoposto a precedente nefrectomia (70.9%). La maggior parte dei pazienti era classificata a rischio intermedio (53%) secondo i criteri MSKCC. La sopravvivenza mediana nei pazienti di età ≥ 75 anni è risultata 12.5 mesi, rispetto ai 26.4 mesi nei pazienti di età < 75 anni (p = 0.003). I pazienti di età ≥ 75 anni hanno ricevuto meno linee di terapia sistemica rispetto agli altri sottogruppi d’età e hanno dovuto sospendere più frequentemente le terapie per la tossicità. In conclusione, i più anziani costituiscono una sottopopolazione unica tra i pazienti con carcinoma renale che mostra esiti clinici distinti. Ulteriore ricerca è dunque necessaria per meglio comprendere la sicurezza e la tollerabilità delle attuali terapie per il carcinoma renale metastatico in questo gruppo di pazienti.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 5 – Maggio 2013
TORNA INDIETRO