sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
9 Novembre 2010

IL RUMORE SUL LAVORO AUMENTA IL RISCHIO DI ANGINA E IPERTENSIONE

L’esposizione cronica al rumore sul lavoro è associata a un incremento fino a tre volte del rischio di angina pectoris e fino a due volte di un aumento episodico della pressione minima. «Questa relazione – per i ricercatori canadesi della University of British Columbia, in Canada – è risultata particolarmente evidente negli uomini fumatori sotto i 50 anni». E’ il risultato principale di uno studio condotto su oltre 6.000 lavoratori e pubblicato su Occupational and Environmental Medicine, rivista specializzata del British Medical Journal. Dai dati raccolti è emerso che un lavoratore su cinque, nel corso dell’intervista condotta nell’ambito dello studio, stava lavorando in un ambiente molto rumoroso da almeno 9 mesi consecutivi: si trattava in genere di uomini (83%) con un’età media di 40 anni e una tendenza a fumare e ingrassare di più rispetto ai colleghi impiegati in ambienti meno assediati dal rumore.

Corriere.it – Occupational and Environmental Medicine
TORNA INDIETRO