mercoledì, 25 novembre 2020
Medinews
6 Dicembre 2011

IL PAPILLOMA VIRUS AUMENTA IL RISCHIO DI INFARTO E ICTUS

L’infezione da Papilloma virus aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. E’ quanto evidenzia uno studio condotto da Hsu-Ko Kuo e Ken Fuijse dell’università del Texas (Usa). I ricercatori hanno analizzato i dati di 2.450 donne, di età compresa tra 20 e 59 anni, partecipanti al National health and nutrition examination survey (2003-2006). Sono stati analizzati campioni di tamponi vaginali di ogni donna per individuare la presenza del Papilloma virus (Hpv); sono state inoltre registrate le diagnosi di infarto miocardico o ictus. I risultati hanno rivelato che 60 donne avevano accusato infarto miocardico o ictus, 39 delle quali erano Hpv Dna positive e 21 negative. Dopo aver apportato correzioni per età, etnia, comportamenti sessuali, comorbidità e fattori di rischio cardiovascolare, la presenza di Hpv Dna (cioè i sottotipi di oncogeni collegati al tumore) è apparsa significativamente associata alle patologie cardiovascolari (rischio relativo di 2,3 nelle donne con Hpv Dna vaginale rispetto a quelle senza tale reperto). Con lo stesso grado di correzioni, il rischio relativo per le patologie cardiovascolari tra donne con sottotipi di Hpv associati al cancro e donne Hpv negative si attestava a 2,86. Il meccanismo alla base dell’associazione non è del tutto chiarito, ma si pensa sia dovuto all’inattivazione della proteina oncosoppressiva p53 – determinata dalle oncoproteine dell’Hpv – che potrebbe causare un’accelerazione del processo aterosclerotico.

DoctorNews – Journal of the American College of Cardiology
TORNA INDIETRO