Medinews
16 Dicembre 2013

IL GRADO DI AMPLIFICAZIONE DEL GENE HER2 PREDICE LA RISPOSTA E LA SOPRAVVIVENZA GLOBALE NEL TUMORE GASTRICO AVANZATO HER2-POSITIVO TRATTATO CON TRASTUZUMAB

L’amplificazione genica specifica del gene HER2 predice la sensibilità alla terapia e la sopravvivenza globale nei pazienti con tumore gastrico in stadio avanzato trattati con chemioterapia contenente trastuzumab. Vari studi hanno evidenziato l’importanza di una valutazione appropriata dello stato HER2 (human epidermal growth factor receptor 2) per identificare correttamente i pazienti eleggibili al trattamento con terapie target anti-HER2. Tuttora, la relazione tra il livello di amplificazione HER2 e l’outcome’ del tumore gastrico HER2-positivo trattato con chemioterapia di prima linea contenente trastuzumab rimane poco chiara. Scopo dei ricercatori spagnoli era determinare se il livello di amplificazione del gene HER2, valutato con il quoziente HER2/CEP17 e il numero di copie del gene (GCN) HER2, potesse significativamente predire un beneficio di sopravvivenza globale e la risposta alla terapia nei pazienti con tumore gastrico avanzato trattato con chemioterapia contenente trastuzumab. Nello studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract) sono stati arruolati 90 pazienti. I valori ottimali di cut-off del quoziente HER2/CEP17 e di GCN di HER2, per discriminare i risultati positivi in termini di risposta e sopravvivenza prolungata, sono stati determinati utilizzando analisi delle curve ROC (receiver operating characteristic). I risultati dello studio indicano un quoziente HER2/CEP17 mediano di 6.11 (IC 95%: 2.27 – 21.90) e un GCN di HER2 mediano di 11.90 (IC 95%: 3.30 – 43.80). È stato identificato un quoziente HER2/CEP17 medio pari a 4.7, quale valore ottimale di cut-off per discriminare i pazienti sensibili da quelli refrattari al trattamento (p = 0.005), mentre il cut-off ottimale per predire una sopravvivenza superiore a 12 mesi era 4.45 (p = 0.005) e per una sopravvivenza superiore a 16 mesi era 5.15 (p = 0.004). I valori ottimali di cut-off per il GCN di HER2 erano rispettivamente 9.4, 10.0 e 9.5 (p = 0.02). In conclusione, il grado di amplificazione del gene HER2 predice in modo significativo la sensibilità alla terapia e la sopravvivenza globale in pazienti con tumore gastrico in stadio avanzato trattati con chemioterapia contenente trastuzumab.
TORNA INDIETRO