domenica, 3 luglio 2022
Medinews
18 Aprile 2011

IL 66% EUROPEI PRONTI A MIGRAZIONI SANITARIE

“Da una nostra indagine sappiamo che il 66% dei cittadini europei migrerà quando, entro due anni, non esisteranno più i confini terapeutici. È una sfida enorme e globale e bisognerà trovare un compromesso”. È quanto ha dichiarato Walter Ricciardi, direttore dell’Istituto di Igiene e Sanità Pubblica all’Università Cattolica del Sacro Cuore e responsabile del coordinamento scientifico Simm (Società Italiana Medici Manager). “Il Commissario Europeo – ha proseguito Ricciardi – ha vinto una battaglia contro ogni previsione: abbattere le frontiere di migrazione europea. Così, tra due anni, non esisteranno più confini sanitari. Se non ci attrezziamo, sarà una rivoluzione. Serve quindi confrontarsi con i colleghi di tutta Europa sull’organizzazione e la gestione del settore. Se non ci attrezziamo, tutti insieme, preparandoci a gestire il flusso di pazienti che vagheranno per il continente per motivi sanitari si rischia il caos”.
TORNA INDIETRO