venerdì, 4 dicembre 2020
Medinews
8 Marzo 2011

ICTUS: RECUPERO DI MOBILITA’ E’ LO STESSO CON ESERCIZI FATTI A CASA OPPURE IN PALESTRA

Più della metà delle persone colpite da ictus trae benefici da programmi riabilitativi di ginnastica ‘ad hoc’, sia che questi vengano praticati tramite utilizzo di tapis roulant in palestra o, invece, senza ausili meccanici presso la propria abitazione. La ricerca, i cui risultati sono stati presentati al recente meeting dell’American Stroke Association, ha coinvolto 408 partecipanti di età media 62 anni, reclutati in diversi centri di riabilitazione per persone colpite da ictus. A tutti i pazienti è stato assegnato un programma di esercizi basato su 36 sessioni da 75 o 90 minuti da seguire per 12 o 16 settimane in palestra con un tapis roulant, oppure un programma strutturato di esercizi a casa per i due mesi successivi all’ictus. “La nostra ipotesi era che l’impiego del tapis roulant in palestra risultasse più efficace degli esercizi fatti a casa – ha spiegato uno degli autori, Pamela Duncan della Duke University – mentre invece lo studio ha dimostrato che in entrambi i gruppi si verifica un miglioramento nelle capacità di camminare, in più del 50% dei casi. In tutti e due i gruppi, inoltre, i migliori progressi di mobilità sono stati osservati entro le prime 12 sessioni dei programmi riabilitativi”.

Agi
TORNA INDIETRO