martedì, 24 novembre 2020
Medinews
31 Agosto 2009

ICTUS: NUOVA MOLECOLA RIDUCE CASI DEL 34%

Potrebbe evitare 25 ictus ogni giorno in Italia. Uno ogni ora. E’ un nuovo farmaco anticoagulante orale per la prevenzione dell’ictus nei cardiopatici con fibrillazione atriale: il dabigatran etexilato, presentato al Congresso Europeo di Cardiologia (ESC) di Barcellona, davanti a 30.000 esperti. Si tratta di una molecola ”destinata a cambiare radicalmente – afferma Roberto Ferrari, presidente dell’ESC – la terapia nei pazienti con fibrillazione atriale”, un problema che colpisce 500.000 persone in Italia, con 60.000 nuovi casi all’anno. Lo studio RE-LY, il piu’ ampio condotto sulle conseguenze di questa malattia, che ha coinvolto 18.113 pazienti in 44 paesi, Italia compresa (con 274 pazienti e 18 centri coinvolti), ha comparato la nuova molecola con quella finora utilizzata e ha dimostrato una riduzione dei casi di ictus del 34% e del rischio di morte del 12%. ”Dopo 50 anni finalmente una vera innovazione – ha aggiunto Ferrari -, un’arma efficace per prevenire l’ictus, che in Italia rappresenta la terza causa di morte responsabile del 10%-12% del totale dei decessi, e la principale causa d’invalidita’. Oggi si e’ segnato un punto importante nella lotta alle malattie cardiovascolari”. Il farmaco potrebbe diventare pienamente disponibile entro il 2010.

Ansa
TORNA INDIETRO