sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
9 Giugno 2009

ICTUS: CARDIOLOGI USA AMPLIANO DI 1 H E MEZZA FINESTRA TEMPORALE TROMBOLITICI

I farmaci trombolitici a base di attivatore del plasminogeno (tPA) servono anche dopo 4 ore e mezza dai primi sintomi dell’ictus, contrariamente a quanto finora ritenuto cioè da utilizzarsi fino a 3 ore dai sintomi. E’ quanto riportano le nuove linee guida dell’American Heart Association e dell’American Stroke Association. Per arrivare a queste conclusioni Maarten Lansberg della Stanford University in California ha confrontato i risultati dei maggiori studi su complessivi oltre 1.600 pazienti cui erano stati somministrati trombolitici da 3 a 4,5 ore dopo i primi sintomi di ictus, con un miglioramento dei risultati terapeutici nel 31% di tali pazienti. Tali farmaci non possono essere usati nell’ictus emorragico, da chi soffre di patologie emorragiche e da chi assume anticoagulanti come ad esempio il warfarin.

Reuters
TORNA INDIETRO