giovedì, 26 novembre 2020
Medinews
13 Giugno 2011

IACONO: CON TAGLI ALLA SPESA SANITARIA CURE ONCOLOGICHE A RISCHIO

Con i tagli, soprattutto in termini di chiusura di strutture oncologiche complesse, “la situazione delle cure per i tumori è critica, specie nelle regioni sottoposte a piani di rientro”. E’ questo l’allarme lanciato dall’Aiom, in occasione del Congresso Asco di Chicago. “Assistiamo – avverte il Presidente degli oncologi italiani Carmelo Iacono – a una declassificazione delle prestazioni e a una ristrutturazione preoccupante dell’assistenza oncologica, con la chiusura di molte unità operative complesse di oncologia. Il malato oncologico ha bisogno di prestazioni di alta specializzazione, e riportarlo in un’unità operativa di medicina generale fa perdere queste specificità”. “Oggi riusciamo ancora ad assistere i pazienti, – ha sostenuto Iacono – che usufruiscono di cure tra le migliori al mondo, ma il problema dei tagli si sente, e si concentra anche sul costo dei farmaci oncologici, che secondo noi non è l’impostazione corretta. La soluzione, è una sola più appropriatezza: recuperando risorse razionalizzando gli esami. E poi dobbiamo lavorare con standard precisi, da individuare in tutte le regioni anche per evitare la migrazione interna”.
TORNA INDIETRO