Medinews
8 Luglio 2014

GIANNINI: A BREVE CENTRO DI COORDINAMENTO UNICO PER LA RICERCA

“L’Italia per il settore della ricerca potrebbe avere presto un consiglio direttivo completamente indipendente che dovrà coordinare tutte le attività scientifiche ad ogni livello”. E’ quanto ha annunciato, a margine di un incontro pubblico, il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini. “Ci sono 23 enti di ricerca in Italia di cui 12 sono sotto il MIUR – ha sottolineato il Ministro – e di certo c’è il bisogno, confrontandosi prima con loro, di un riordino per tornare ai livelli competitivi. Delle riforme strutturali sono comunque necessarie. Inoltre c’è un forte squilibrio tra nord e sud d’Italia. Nel settentrione ci sono 18 centri di ricerca che da soli hanno il 50% dei finanziamenti. Questo sistema va riequilibrato per il bene di tutta la scienza. Un altro provvedimento sarà quello di semplificare la burocratizzazione per favorire il lavoro in Italia dei ricercatori stranieri in collaborazione con i nostri. Credo che questo Governo possa definirsi rivoluzionario – ha concluso la Giannini – in un Paese che di questa rivoluzione aveva un gran bisogno. L’Esecutivo si impegna a stanziare i fondi per assumere nei prossimi 4 anni 6mila giovani ricercatori l’anno”.
TORNA INDIETRO